BIRRIFICIO / TAP ROOM

laboratorio e spaccio

Il birrificio nasce all’interno di un vecchio mobilificio di Sutrio che nel tempo è stato recuperato e adibito alle attività commerciali del luogo. È stata l’occasione perfetta per concretizzare un progetto che era nelle nostre menti da un po’ di tempo ma che pian piano ha preso vita.

impianto birrificio con fermentatori

dove avviene
la magia

Ci piace che per raccontarvi le nostre birre, possiamo portarvi a vedere dove nascono, da quali materie prime acquisiscono quei sentori che percepite al naso o in bocca e farvi sentire il profumo del mosto. Questo perché la birra artigianale rispecchia una filosofia di unicità che non segue i criteri utilizzati nelle produzioni di birra industriale: bere una birra artigianale vuol dire trovare aromi e sapori articolati e personali.

recipiente di luppoli selezionati

dove avviene
la magia

Ci piace che per raccontarvi le nostre birre, possiamo portarvi a vedere dove nascono, da quali materie prime acquisiscono quei sentori che percepite al naso o in bocca e farvi sentire il profumo del mosto. Questo perché la birra artigianale rispecchia una filosofia di unicità che non segue i criteri utilizzati nelle produzioni di birra industriale: bere una birra artigianale vuol dire trovare aromi e sapori articolati e personali.

recipiente di luppoli selezionati

Ci piace che per raccontarvi le nostre birre, possiamo portarvi a vedere dove nascono, da quali materie prime acquisiscono quei sentori che percepite al naso o in bocca e farvi sentire il profumo del mosto. Questo perché la birra artigianale rispecchia una filosofia di unicità che non segue i criteri utilizzati nelle produzioni di birra industriale: bere una birra artigianale vuol dire trovare aromi e sapori articolati e personali.

recipiente di luppoli selezionati

dove avviene
la magia

Ci piace che per raccontarvi le nostre birre, possiamo portarvi a vedere dove nascono, da quali materie prime acquisiscono quei sentori che percepite al naso o in bocca e farvi sentire il profumo del mosto. Questo perché la birra artigianale rispecchia una filosofia di unicità che non segue i criteri utilizzati nelle produzioni di birra industriale: bere una birra artigianale vuol dire trovare aromi e sapori articolati e personali.

recipiente di luppoli selezionati
etichetta di una birra artigianale

Una birra artigianale è un prodotto non pastorizzato, non filtrato dove si usano ingredienti selezionati e senza conservanti. Gli ingredienti di base sono acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito.

etichetta di una birra artigianale

Una birra artigianale è un prodotto non pastorizzato, non filtrato dove si usano ingredienti selezionati e senza conservanti. Gli ingredienti di base sono acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito.

etichetta di una birra artigianale

Una birra artigianale è un prodotto non pastorizzato, non filtrato dove si usano ingredienti selezionati e senza conservanti. Gli ingredienti di base sono acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito.

Una birra artigianale è un prodotto non pastorizzato, non filtrato dove si usano ingredienti selezionati e senza conservanti. Gli ingredienti di base sono acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito.

etichetta di una birra artigianale

 Piccole sfumature da lotto a lotto, dovute alla non standardizzazione del processo produttivo e alle differenze organolettiche delle materie prime che vengono utilizzate di volta in volta, sono il valore aggiunto delle nostre birre.

come si fa
una birra artigianale

Separator image

1. MACINAZIONE

È l’inizio della produzione dove i vari cereali che compongono la ricetta, malto d’orzo ed eventuali altri cereali selezionati, vengono macinati per permettere la successiva estrazione amidacea.

2. AMMOSTAMENTO

I cereali vengono miscelati con acqua e lasciati in ammollo per un certo tempo a temperature specifiche. Nell’ammostamento si estraggono gli zuccheri e si definiscono le caratteristiche della birra volute dal birraio: corpo, secchezza, alcool, schiuma...

3. FILTRAZIONE / SPARGING

E’ la fase successiva dove l’impasto, carico di zuccheri, viene filtrato e risciacquato con acqua calda per ottenere la quantità desiderata di mosto.

bicchiere di birra bionda artigianale bondai

4. BOLLITURA

Il mosto ottenuto dopo la filtrazione viene portato ad ebollizione. Qui vengono aggiunti i luppoli che contribuiscono a donare l’amaro, l'aroma e il sapore alla birra finita. La bollitura ha anche la funzione di sterilizzare il mosto.

5. FERMENTAZIONE

Il mosto si trasforma in birra! Questo grazie all’azione del ceppo di lievito selezionato ed inoculato che trasforma gli zuccheri in alcool e anidride carbonica. Il lievito è anche responsabile del gusto finale della birra.

6. MATURAZIONE

La birra viene ripulita del lievito esausto e trasferita nei serbatoi di maturazione dove può subire (in base allo stile) il processo di “dry hopping”: un’aggiunta di luppoli a freddo che donano alla birra dei particolari aromi.

bicchiere di birra bionda artigianale bondai
bicchiere di birra bionda artigianale bondai

1. MACINAZIONE

È l’inizio della produzione dove i vari cereali che compongono la ricetta, malto d’orzo ed eventuali altri cereali selezionati, vengono macinati per permettere la successiva estrazione amidacea.

2. AMMOSTAMENTO

I cereali vengono miscelati con acqua e lasciati in ammollo per un certo tempo a temperature specifiche. Nell’ammostamento si estraggono gli zuccheri e si definiscono le caratteristiche della birra volute dal birraio: corpo, secchezza, alcool, schiuma...

3. FILTRAZIONE / SPARGING

E’ la fase successiva dove l’impasto, carico di zuccheri, viene filtrato e risciacquato con acqua calda per ottenere la quantità desiderata di mosto.

4. BOLLITURA

Il mosto ottenuto dopo la filtrazione viene portato ad ebollizione. Qui vengono aggiunti i luppoli che contribuiscono a donare l’amaro, l'aroma e il sapore alla birra finita. La bollitura ha anche la funzione di sterilizzare il mosto.

5. FERMENTAZIONE

Il mosto si trasforma in birra! Questo grazie all’azione del ceppo di lievito selezionato ed inoculato che trasforma gli zuccheri in alcool e anidride carbonica. Il lievito è anche responsabile del gusto finale della birra.

6. MATURAZIONE

La birra viene ripulita del lievito esausto e trasferita nei serbatoi di maturazione dove può subire (in base allo stile) il processo di “dry hopping”: un’aggiunta di luppoli a freddo che donano alla birra dei particolari aromi.

bicchiere di birra bionda artigianale bondai

1. MACINAZIONE

È l’inizio della produzione dove i vari cereali che compongono la ricetta, malto d’orzo ed eventuali altri cereali selezionati, vengono macinati per permettere la successiva estrazione amidacea.

2. AMMOSTAMENTO

I cereali vengono miscelati con acqua e lasciati in ammollo per un certo tempo a temperature specifiche. Nell’ammostamento si estraggono gli zuccheri e si definiscono le caratteristiche della birra volute dal birraio: corpo, secchezza, alcool, schiuma...

3. FILTRAZIONE / SPARGING

E’ la fase successiva dove l’impasto, carico di zuccheri, viene filtrato e risciacquato con acqua calda per ottenere la quantità desiderata di mosto.

4. BOLLITURA

Il mosto ottenuto dopo la filtrazione viene portato ad ebollizione. Qui vengono aggiunti i luppoli che contribuiscono a donare l’amaro, l'aroma e il sapore alla birra finita. La bollitura ha anche la funzione di sterilizzare il mosto.

5. FERMENTAZIONE

Il mosto si trasforma in birra! Questo grazie all’azione del ceppo di lievito selezionato ed inoculato che trasforma gli zuccheri in alcool e anidride carbonica. Il lievito è anche responsabile del gusto finale della birra.

6. MATURAZIONE

La birra viene ripulita del lievito esausto e trasferita nei serbatoi di maturazione dove può subire (in base allo stile) il processo di “dry hopping”: un’aggiunta di luppoli a freddo che donano alla birra dei particolari aromi.

la taproom

Separator image

La nostra Taproom è una costola importante del birrificio, è uno “spaccio aziendale” dove si possono bere alla spina esclusivamente le birre Bondai, (in base alla disponibilità e alle birre in produzione), oppure acquistare direttamente le bottiglie.
Il locale, interamente in legno, crea un’atmosfera calda e accogliente, insomma un “bon stâ” (buon stare).

per sapere quali birre sono ON TAP segui i nostri social

orari di
apertura

Separator image

LUNEDÌ 16.00 - 20.00
MARTEDÌ 16.00 - 20.00
MERCOLEDÌ 16.00 - 20.00
GIOVEDÌ Chiuso
VENERDÌ 16.00 - 20.00
SABATO 16.00 - 20.00
DOMENICA 16.00 - 20.00

bottiglia di birra artigianale appena stappata con calice

orari di
apertura

Separator image

LUNEDÌ 16.00 - 20.00
MARTEDÌ 16.00 - 20.00
MERCOLEDÌ 16.00 - 20.00
GIOVEDÌ Chiuso
VENERDÌ 16.00 - 20.00
SABATO 16.00 - 20.00
DOMENICA 16.00 - 20.00

bottiglia di birra artigianale appena stappata con calice

orari di
apertura

Separator image

LUNEDÌ 16.00 - 20.00
MARTEDÌ 16.00 - 20.00
MERCOLEDÌ 16.00 - 20.00
GIOVEDÌ Chiuso
VENERDÌ 16.00 - 20.00
SABATO 16.00 - 20.00
DOMENICA 16.00 - 20.00

bottiglia di birra artigianale appena stappata con calice

orari di
apertura

Separator image

LUNEDÌ 16.00 - 20.00
MARTEDÌ 16.00 - 20.00
MERCOLEDÌ 16.00 - 20.00
GIOVEDÌ Chiuso
VENERDÌ 16.00 - 20.00
SABATO 16.00 - 20.00
DOMENICA 16.00 - 20.00

bottiglia di birra artigianale appena stappata con calice